Pizzochero Impianto Autoclave
Pizzochero Impianto Autoclave

Funzionamento Autoclave

Questo sito vuole essere d'aiuto a coloro che abitano in condominio,  per capire il funzionamento dell' impianto autoclave e  capirne le differenze tecniche d'installazione.

 

 

 

 

 

 

Qui sopra un esempio tipico d'installazione ad inverter,

che rispetta i regolamenti dell'acquedotto di milano

(regolamento gia del 1984).

 

Vi sono 2 tipi d'installazione che attualmente eseguiamo.

 

Il  I° è l'impianto autoclave ad Inverter composto da serbatoi di preautoclave, gruppo pompe, piccoli idroaccumulatori, e compressore.(foto sopra)

 

Il funzionamento dell'inverter è dipeso dal consumo dell'utente; cioè se apro il rubinetto per un bicchiere d'acqua la pompa variera il suo numero di giri in base alla quantità richiesta.

L'acqua entra nel condominio attraverso una tubazione ( che può essere in metallo o in materiale plastico PP) passa per il contatore, e da qui in avanti è tutto propietà del condominio, a cura dell'installatore deve essere installata una valvola d'intercettazione seguita da un T con rubinetto di prelievo, e successivamente un'altra valvola di intercettazione, questo serve per verificare da parte dell'acquedotto la qualità dell'acqua .

Andando verso i serbatoi di preautoclave deve essere inserita una valvola di ritegno (o di non ritorno) per far si che l'acqua non ritorni in rete, I° per evitare di inquinare la rete di acquedotto, e II° per non pagare il doppio nei consumi di acqua.

L'acqua entra nei serbatoi di preautoclave per poi essere aspirata dalle pompe, i serbatoi di preautoclave sono costituiti per metà di acqua e per metà d'aria per far si che la pressione resti costante, sono dimensionati in base ai Mcubi di portata oraria del contatore  pari a 1/20, (contatore di 20 Mcubi, 1/20 è uguale a 1.000 Lt ) nel nostro caso in foto 2 da 500Lt.

Le pompe aspirano e spingono direttamente alle utenze del condominio (variando gradualmente la velocità in base al consumo d'acqua) e ai 2 idroaccumulatori posti sopra il collettore i quali evitano sbalzi di pressione.

In questo caso le pompe devono essere dimensionate in base alle utenze e all'altezza del palazzo, e non devono contemporaneamente superare la metà della portata oraria del contatore.

Il compressore serve a mantenere i serbatoi in pressione.

Questa è la spiegazione abbastanza semplice e sintetica del funzionamento ad Inverter.

Qui sopra un esempio tipico d'installazione Tradizionale

che rispetta i regolamenti dell'acquedotto di milano

(regolamento gia del 1984).

 

Il II° è l'impianto autoclave tradizionale composto da serbatoio di preautoclave, gruppo pompe, autoclave e compressore.(foto qui sopra)

 

Il funzionamento  si avvia ad un abbassamento di pressione predeterminato, il quale mette in funzione le pompe e riempe il serbatoio autoclave sino al ripristino della pressione impostata; non da peso al consumo dell'utente ma bensi alla pressione.

Leggi non è tutto uguale.

L'acqua entra nel condominio attraverso una tubazione ( che può essere in metallo o in materiale plastico PP) passa per il contatore, e da qui in avanti è tutto propietà del condominio, a cura dell'installatore deve essere installata una valvola d'intercettazione seguita da un T con rubinetto di prelievo, e successivamente un'altra valvola di intercettazione, questo serve per verificare da parte dell'acquedotto la qualità dell'acqua .

Andando verso il serbatoio/i di preautoclave deve essere inserita una valvola di ritegno (o di non ritorno) per far si che l'acqua non ritorni in rete, I° per evitare di inquinare la rete di acquedotto, e II° per non pagare il doppio nei consumi di acqua.

L'acqua entra nei serbatoi di preautoclave per poi essere aspirata dalle pompe, i serbatoi di preautoclave sono costituiti per metà di acqua e per metà d'aria per far si che la pressione resti costante, sono dimensionati in base alla capacità del serbatoio autoclave 50%, mi spiego se installo un autoclave da 1.000 Lt il serbatoio di preautoclave dovrà essere di Lt 500, se installo un serbatoio di autoclave da 500 Lt dovrò installarne uno da 250, ma comunque non inferiore  alla metà dell'autoclave.

(500-500) Esempio della foto

Le pompe entrano in funzione ad un abbassamento di pressione, e pompano acqua nel serbatoio autoclave sino al raggiungimento della pressione impostata.

Anche in questo caso le pompe devono essere dimensionate in base alle utenze e all'altezza del palazzo, e non devono contemporaneamente superare la metà della portata oraria del contatore.

Il compressore serve a mantenere i serbatoi in pressione.

Questa è la spiegazione abbastanza semplice e sintetica del funzionamento tradizionale.

Contatti

Pizzochero Massimo

Via Monte Generoso 156
21042 Caronno Pertusella

 

Tel. 348 4060114

 

Oltre ai servizi di idraulica, abbiamo iniziato una collaborazione con  professionisti  edili ,

per interventi di ristrutturazione di appartamenti, rustici

e opere edili in genere.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Pizzochero Massimo Impianto autoclave Via Monte Generoso 156 21042 Caronno Pertusella Partita IVA: 06427920969